TAGII

Ristorante & Bistrot a Taranto, città dei Due Mari, per un’autentica Sea Experience nel gusto.
Accogliente e riservato il Tagii si trova appena entri nel centro storico di Taranto. Locale raffinato, personale gentilissimo, proprietario molto cordiale.


BACHECA DEL RINGRAZIAMENTO appunti e note degli ospiti

Egregi Membri, studenti e turisti conosciuti nell’ organizzazione Apulia International di Taranto,
iniziamo a parlare di bacheca dei ringraziamenti, a noi ogni persona ci dona qualcosa anche un sorriso é sempre ben accetto e ci riempie il cuore,
a nome della Dirigenza , desidero esprimere il nostro più sentito ringraziamento per il premio generosamente messo a disposizione e che a fine stagione 2024 sarà donato con una estrazione a favore di una studente o un turista, a seguito della partecipazione ad un’ attività sociale.
La vostra partecipazione e il coinvolgimento di nostri associati non è solo un riconoscimento tangibile, ma rappresenta anche un incoraggiamento significativo per i nostri sforzi inerenti la valorizzazione dei territori e delle persone. Grazie al vostro eventuale contributo libero, di chi vorrà farlo anche a seguito, potremo arricchire ulteriormente le risorse educative a disposizione dei bambini, promuovere la loro creatività e il loro impegno in diverse attività.

In particolare, vorremmo ringraziarvi per aver ideato una competizione tra giovani per premiare il disegno, la foto o un’opera d’ingegno come ad esempio una scultura dedicata al centro storico di Taranto. Questo riconoscimento è motivo di grande orgoglio per tutta la nostra organizzazione, un’importante motivazione per i nostri ragazzi a coltivare le loro abilità artistiche e creative dedicate anche alla città.
Per partecipare o contribuire a
NOTE DEGLI OSPITI lascia un messaggio su WhatsApp 3792559474 qui sotto un commento o scrivi su: taranto.turismo@gmail.com o scrivi

Con profonda gratitudine
Il Presidente e Dirigente Epli Puglia
Stefania Bellanova

AEROPORTO ARLOTTA E LA STORIA CONTINUA…

Potremmo essere in dirittura d’ arrivo o sara’ peggio della gestazione di due elefanti come tempistica?
Ieri mattina nella Provincia di Taranto c’e’ stata una grande partecipazione inaspettata.
Parliamo dell’ aeroporto Marcello Arlotta di Grottaglie, oggi abbiamo assistito ad un momento epocale grazie alla collaborazione di molte associazioni e cittadini Pro aeroporto.
Sono intervenuti con grande piacere diversi assessori, onorevoli, consiglieri associazioni ed enti che hanno risposto all’ invito forse perché l’ argomento e’ molto sentito.
 Il “Comitato cittadino Taranto Futura”, il “Movimento Taranto Diritto di volare” ed il “Movimento associazioni e cittadini pro Aeroporto di Taranto /Grottaglie” hanno dato appuntamento ieri mattina venerdì 14 giugno 2024 presso la ex Sala Giunta, sita al quarto piano del Palazzo del Governo in via Anfiteatro a Taranto per un incontro / dibattito riguardante l’aeroporto di Taranto /Grottaglie e la relativa attività procedurale intentata dall’avvocato Nicola Russo presso il Consiglio di Stato.

Il Consigliere regionale Cosimo Borraccino nel suo intervento ci comunica che si crede nella possibilità di concludere i lavori a fine 2025, del completo rifacimento del terminal passeggeri attraverso la sinergia con Enac e il Ministero dei Trasporti si potrà raggiungere quindi l’obiettivo tanto atteso dai cittadini della nostra provincia in merito all’attivazione dei voli di linea passeggeri dall’aeroporto di Grottaglie.
Si e’ ribadito durante il dibattito che si spendono i soldi per avere un servizio anche per i cittadini, ma purtroppo ancora mancano due anni per poter utilizzare forse l’aeroporto, forse negli anni si e’ pensato troppo alla competitività e non all’ operatività dedicata ai cittadini che pagano le tasse per avere servizi

Dai confronti emersi il dato che ci ha colpito maggiormente é stato il +27% dello sviluppo dell’aeroporto di Foggia, che come istanza di apertura ai voli passeggeri di linea é stata fatta dopo Taranto ma siamno felici per loro, hanno ottenuto l’attivazione dei voli passeggeri di linea prima, nonostante la prima richiesta partì da Taranto in materia di riattivazione dei voli passeggeri di linea verso l’ente gestore e chi governa.
Partire o ripartire dall’ aeroporto Arlotta di Grottaglie per accogliere turisti da tutto il mondo, in questo momento per noi e non solo e’ importante, il turismo in coming sta prendendo piede rispetto ad altre tipologie di turismo. Tanti turisti che scelgono il bel paese dell’ Italia sono alla ricerca di experience ed hanno sete di beni culturali dei quali Taranto si pregia di avere in misura notevole rispetto ad altre località.

La partita delle destinazioni emergenti si basa anche sull’ottimizzazione dei tempi sui trasporti, i 15 minuti possono fare la differenza nelle scelte dei visitatori, ma se non abbiamo le stesse carte da giocare nella stessa regione ci aspettano i fuori gioco.

A Taranto c’e’ tanto bisogno di alternative e attività produttive immediate e noi per il momento stiamo a guardare ed aspettare saremo molto attenti. La pazienza é una virtù ma avrà un limite, ci si auspica almeno che si arriverà a buon punto intorno ai 600 giorni, (parto di 2 elefanti) inerenti ai lavori che si stanno programmando.

A quel punto si potrebbe iniziare forse finalmente a volare, abbiamo scoperto stamattina grazie all’intervento anche dell’onorevole Ubaldo Pagano che ci comunica per ordine che dovremmo capire se dovesse passare la continuità territoriale poi alla nostra domanda inerente alla possibilità di iniziare a sperare di volare in itinere ai lavori, ci ha confermato che bisogna attendere la fine dei lavori, ci ha ricordato poi che Taranto il 22 ottobre 2022 non e’ stata inserita nel nuovo piano del trasporto aereo ma chissà si potrebbe modificare, poi nei trasporti strategici c’è il porto e non l’ aeroporto.

Di certo monitoreremo perchè ci potrebbero essere anche lungaggini, stiamo aspettando solo da 20 anni… diceva un artista e lo ripetiamo, che eravamo così impegnati a costruirci il futuro, il futuro e’ arrivato e non ce ne siamo neanche accorti, abbiamo fatto i capelli bianchi e stanno cadendo mentre i giovani vanno a lavorare fuori e perdiamo menti molto capaci.

Non possiamo valutare l’enorme perdita economica del territorio perché non ci sono studi di fattibilità recenti sul territorio. Ricordiamo i tempi nei quali il biglietto costava 100 lire e ricordiamo anche la sig.ra Ruta che fece grandi numeri con l’ organizzazione di partenze e arrivi collegati anche ai giuramenti militari di esempi ce ne sarebbero tanti in merito alle perdite e il mancato sviluppo collegato ai progetti Erasmus che portano i ragazzi in giro per il mondo. La cooperazione tra i popoli passa anche attraverso la possibilità di essere facilmente raggiungibili. Questa terra e’ già stata troppo inficiata dalle grandi industrie, c’è bisogno di un prestigioso riscatto economico e sociale agevolando il prima possibile i trasporti intermodali.
Tutti coloro anche laureati che sono attualmente inficiati, senza lavoro e con poco lavoro sono un numero molto elevatissimo di addetti ai potenziali lavori. Ricordiamo che con 160 Km di Costa in una località Europea hanno creato lavoro e ricchezza ad un grande Paese. Il litorale Jonico salentino solo per fare un paragone é di circa 700 km attualmente non ottimizzato.

continua a leggere se vuoi…https://www.facebook.com/share/p/t7bWHssNNeuEqCKy/
qui tutti i video: https://www.maxperrini.eu/?p=40050
Espnenti politici che potrebbero far parte dei tavoli decisionali: il senatore del Movimento Cinque Stelle,  Mario Turco, già sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con il Governo presieduto da Giuseppe Conte, l’On.  Ubaldo  Pagano (PD),  l’on. Vito De Palma (FI)

Pubblicato su Blog

L’ ENTUSIASMO E’ ALLA BASE DELL’ ACCOGLIENZA

Sorridiamo alla vita un po’ di più, la nostra esistenza e’ breve bisogna cercar di viverla pienamente e con passione, non lo diciamo noi ma la medicina e i migliori filosofi.
Ieri grazie alla conoscenza di persone da Madrid e Amsterdam, abbiamo deciso in associazione di istituire il palo dei ringraziamenti, e’ troppo bello conoscere persone in viaggio per il mondo che ci lasciano sempre un segno del loro passaggio, chi piu’ e chi meno ci riempiono i cuori e l’ animo. Noi facciamo tutto il possibile, trovando un sito o un negozio nei nostri percorsi chiuso, ne troviamo subito un altro da visitare, tutto e’ utile nessuno e’ indispebsabile non e’ semplice ma ce la faremo. Vi invitiamo comunque a turno di stare aperti di domenica (chi vorra’ si rendera’ utile alla causa per dare un servizio di utilità civile e sociale, se sara’ possibile) accogliendo quindi potenziali turisti, ad esempio di croceristi ce ne saranno tanti pronti a spendere e beneficiare dell’ ospitalita. Per essere ospitali basta a volte utilizzare il sorriso, nel turismo non si accettano musi lunghi.
Toglimi il pane, se vuoi toglimi l’aria… ma non togliermi il tuo sorriso.” (Pablo Neruda)
Chi sa ridere con sincerità e’ padrone del mondo…

Pubblicato su Blog

AMICI DI APULIA INTERNATIONAL IN CRUISES

Questa mattina con gli amici di Apulia International siamo andati in giro per il nostro consueto TOUR A PIEDI nel centro storico di Taranto che realizziamo per le più svariate tipologie di viaggiatori, con grande entusiasmo abbiamo accolto e sorriso anche a turisti non accompagnati in giro da soli in cerca di un qualcosa e ai quali abbiamo sempre risposto con educazione anche se non facenti parte dei nostri gruppi. Siamo sicuri che in generale sia tutto pronto per accogliere tutti i prossimi croceristi? Abbiamo qualche perplessità ma ce la faremo unendo le forze. Di certo ci sarà da lavorare tanto, servirebbero maggiori disponibilità di persone preparate anche in diverse lingue, che attualmente noi abbiamo messo insieme su richiesta con la nostra associazione. In questo settore non ci si può improvvisare. Noi facciamo e faremo di tutto per essere portatori di felicità e buone pratiche con adatto accompagnamento, informazione e guida a partire da un sorriso che non fa mai male, fino all’espletamento delle varie esigenze dei visitatori. Essere poi anche guide preposte ed autorizzate a decantare i beni culturali, sarà un grosso impegno e un’altra sfida, ovviamente se lo prossime volte si divideranno i compiti tra più operatori autorizzati ed anche con diverse associazioni, si riuscirà ad accogliere in maniera maggiormente organizzata, in tal modo sarebbe una cosa sicuramente buona e giusta. Non é colpa di nessuno se ci sono turisti che vanno in giro a piedi non organizzati, può sempre capitare ognuno é libero di far quel che vuole nella propria vacanza, ma un’ottima amministrazione e comunità come la nostra, si farà trovare sicuramente organizzata e preparata almeno a fornire i servizi essenziali… per poi arrivare a quelli a valore aggiunto e complementari. Il nostro appello é proprio quello di unirci per assolvere a tutte le richieste che stanno già arrivando e si rischia di continuare a non curare i turisti a piedi e non accompagnati a causa anche della scarsa segnaletica.

RICERCATORI DI BELLEZZA IN UNA TARANTO DA SCOPRIRE

In questa settimana e’ stato il turno per noi di guidare e accompagnare turisti da Monaco di Baviera, Milano, Lugano, Lecce, Vieste e Varese.
Spesso ci capita di accompagnare turisti arrivati a Taranto per la prima volta e per i più svariati motivi.
Ogni conoscenza apre potenzialmente un libro dedicato ai viaggiatori sparsi nel mondo, io e i miei colleghi ne siamo onorati, soprattutto quando mostrano interesse e partecipazione come in questi giorni. che ci hanno aiutano anche a scattare immagini di rilevanza visti dal loro punto di vista, aumentando e coltivando l’ interesse verso Taranto città d’arte, citta’ dei due mari, città spartana ed una città ci si auspica più felice.

ph Flavio dalla Germania e Fabio da Varese

IL TAVOLO DEL TURISMO A TARANTO

Ieri 29 maggio 2024 si é svolta la 2° giornata inerente il tavolo del turismo al comune di Taranto.

In materia di destinazione emergente, vedremo come e se si andrà avanti insieme su alcune tematiche, per parlare la stessa lingua con i vari operatori del settore. Questo all’ ordine del giorno:
_tavoli tematici;
_partecipazione TTG Travel Experience – Rimini 2024;
_aggiornamento DMS PugliaPromozione;
_varie ed eventuali;

Vogliamo essere obiettivi ma costruttivi. E’ molto bello parlare di tante tipologie di turismo che si possono sviluppare a Taranto, in apertura é stato presentato il progetto Bike ospitality, tutte attività meritevoli e collegabili al turismo. Le priorità sono tante e diverse per tutti, ora e per noi c’ è un emergenza tra le tante a Taranto collegata ai croceristi visto che il primo punto di oggi e’ stato proprio quello collegato all’ accoglienza, l’ ospitalita’ e la promozione turistica. Noi di Apulia International abbiamo sottolineato l’ importanza e la necessità di far bella figura con i croceristi che saranno un volano di sviluppo di pubblicità positiva o negativa nel mondo. Di questo ne abbiamo parlato di recente:
https://www.tarantoturismo.net/2024/02/10/turisti-accompagnati-o-fai-date/

Di certo i commercianti che rimarranno aperti di domenica ne beneficeranno a fronte di un notevole interesse economico comune.

Nessuno ha sottolineato il compito ingrato che hanno avuto negli anni e continuano ad avere alcune guide turistiche (preposte e autorizzate a guidare) nello sviluppo o nella creazione di percorsi e itinerari che a volte hanno dovuto adattarsi seguendo direttive negli anni scorsi prima inerenti la pandemia e poi dei vari tour operator che spesso esprimono esigenze dettate da tempistiche da rispettare.

A prescindere da tutto evidenziamo che i siti di maggior interesse e i bagni pubblici aggiuntivi si dovrebbero tenere aperti sempre e non solo nelle giornate degli approdi piu’ importanti, ma anche in giornate infrasettimanali, quando vanno in giro gli studenti, abbiamo sentito spesso (maestra mi scappa la pipì) e siamo andati alla ricerca del primo bar utile, ma non si può approfittare sempre della gentilezza degli operatori. Quando invece abbiamo portato in giro svariati gruppi anche di messicani che ovviamente hanno avuto bisogno dei bagni andando in giro alla scoperta dei beni culturali e proprio anche loro ci hanno sottolineato la mancanza di bagni pubblici e segnaletica. I camminatori abituati ai centri storici ci possono insegnare ed indicare le necessità anche in visione del Giubileo 2025.

Quello che non si fa purtroppo e non si divide nei capitoli di spesa dei comuni in genere e’ anche la distinzione tra valorizzazione dei beni culturali (scuole e crociere) e la realizzazione di attività collegate alla musica, la cultura, lo sport e lo spettacolo turisti e giovani della movida.

-Parlare poi di partecipazioni fieristiche nel tempo fa sempre bene, ma bisognera’ trattare l’argomento in giornate tematiche con chi ha già esperienza se si vuol creare collaborazione.

Tutti gli operatori di solito partecipano a fiere di settore, noi abbiamo partecipato nel corso degli anni a diverse fiere: TTG TTI, Vinitaly, Sana, Lingotto fiere, Fiera Pessima, Fiera del Levante, Btm, ecc…Parlare di TTG sara’ importante con chi già puo dare testimonianze, idee e partecipazione non solo ideazione e progettualità.

Oggi rappresentiamo umili portavoce di buone pratiche: tour operator, associazioni del terzo settore, guide, accompagnatori turistici, archeologi, interpreti, professori, attività ricettive unite da un comune denominatore “LO SVILUPPO ALTERNATIVO”, non inseguendo più il brutto con un modello di sviluppo obsoleto che causa inquinamento e morte a differenza del turismo che insegue la bellezza del territorio creando LA FELICITA’, facendo salire la qualta della vita dei cittadini a differenza dei dati attuali che portano Taranto tra gli ultimi posti.

Ci chiediamo quindi all’ora di oggi come faranno i tantissimi turisti soprattutto stranieri, una volta arrivati davanti a siti d’interesse in maniera disseminata, senza guide, audioguide, coordinamento e accompagnamento e segnaletica cosa accadrà? il nulla o il pressappochismo? Si produrra’ esattamente quello che sara’ il ricordo impresso nella testa di chi forse non ritornera’ nella nostra citta’.

Non bastera’ trovare i negozi aperti, bisognerebbe approfondire quella tanto auspicata e in tante fiere evidenziata, ossia la narrazione del territorio, cercando una sintesi costruttiva, i tempi dei turisti sono sempre ristretti e spesso non si trattengono per la movida serale perchè ripartono.

Bene quindi i turisti organizzati, ma quelli in autonomia (un grande numero) forse saranno seguiti alla meglio da chi si trova trova o da nessuno? Purtroppo non siamo ancora allineati a quel che accade in molte destinazioni in crescita costante che conservano e migliorano cartellonistiche, illuminazione e segnaletica eccellente.
La stagione é iniziata, si parla di progettualità, da dove partire a dove arrivare e in quanto tempo fare le cose. Ancora a questo punto stiamo.
Non e’ colpa di nessuno é tutto in ritardo, anche per questa stagione doveva andare così, perché ormai i giochi son fatti, compresa la spartizione di ecnomie per i trasporti in Puglia esclusa Taranto ed escludendo per l’ennesima volta l’aeroporto Arlotta di Grottaglie. La prossima stagione forse andrà meglio mettendo da parte invidie e localismi politici.

Ricordiamo una frase famosa: eravamo così impegnati a costruirci un futuro che il tempo é passato, ci siamo invecchiati e non ce ne siamo neanche accorti…………

Quasi quasi noi pure ce ne andremo in vacanza, lavoreremo anche in qualche località più attrezzata, per cogliere l’attimo con un’ intermodalità messa a sistema e maggiormente finanziata, con trasposti su gomma, treno e aerei, senza aspettare manne dal cielo organizzative e benestare politici che tanto per ora a Taranto non arrivano. Questo non significa abbandonare le idee ma rimandare per poco gli obiettivi. Arriverà il giorno……..
Ma qualcuno conosce i motivi per i quali Msc non ha confermato la presenza a Taranto?
Ricordiamoci anche che i croceristi potranno essere volano di sviluppo positivo o negativo in base all’ accoglienza che riceveranno.
A volte ci chiediamo chissà come ci vedono dall’estero e da altre città, oggi una turista ci dice sono qui per mio figlio che si é innamorato di Taranto, ma questa signora essendo napoletana cii dice che qui sembra una Napoli di 40 anni fa.

A Taranto c’e’ tanto da poter valorizzare rispetto ad altre località, a volte c’e’ l’imbarazzo della scelta per il bello che é ancora esistente, ma molti si concentrano e investono ancora sulle brutture.
Le reti sono tante ma spesso é difficile mettere a sistema anche solo l’essenziale.
E’ stato anche detto nel tavolo che sarebbe un’impresa ardua organizzare qualche mercatino domenicale per aperture costanti del comparto degli esercizi, noi aggiungiamo che sarebbe di certo fattibile in tempi brevi se non ci fossero tutte le burocrazie che strappano tempo prezioso a tutti. Se si riuscissero a fare si renderebbe la permanenza per i turisti più appetibile e momorabile. Anche quel più uno dei giorni da dedicare a Taranto potrebbe fare la differenza. Basta guardare quel che é successo in altre località che per avere un giorno o una notte in più come permanenza in una località, la politica ha conbattuto al fianco dei cittadini in materia di trasporti.

In sintesi ci vedremo e risentiremo alla prossima stagione, noi vorremmo tanto restare maggiormente a Taranto ma forse questa sara’ la volta buona di andar a portar valore aggiunto fuori, daltronde tutti siamo utili nessuno e’ indispensabile, nessuno é patriota in patria e se Maometto non va alla Montagna…

DESTINAZIONE EMERGENTE ANCHE PER TARANTO

Taranto potrebbe essere la nuova destinazione emergente pugliese, ma se continueranno ad esserci giochi agli ostacoli così non sarà.
Leggiamo di notevoli investimenti sui trasporti per le quattro provincie e nonostante Taranto non viene considerata gran che nei trasporti su gomma continuano gli ostacoli per l’aeroporto. Allora ci chiediamo a che gioco o partita si sta giocando? Magari se si conoscessero in anticipo i programmi e le intenzioni politiche, sapremo con chi allearci e chi votare in sede di nuove e prossime elezioni europee. la Regione Puglia potenzia i collegamenti estivi su gomma e ferro tra le principali mete turistiche pugliesi, gli aeroporti e le stazioni ferroviarie, investe un milione di euro per favorire il trasporto passeggeri dei turisti per 4 capoluoghi ma non c’è traccia della città di Taranto

Ora ci resta solo sperare nell’aiuto di qualche super eroe nei trasporti intermodali.